Che cos’è PHP e a cosa serve ?

Cos’è PHP ?

PHP (PHP: Hypertext Preprocessor) è un linguaggio di scripting open source, usato per lo più nello sviluppo web.

Il PHP è un linguaggio di programmazione tanto rivoluzionario quanto semplice non è tra i più moderni, ma, a distanza di anni dalla sua nascita, continua a godere di grande popolarità.

Si tratta di un linguaggio di scripting definito server side, ovvero un linguaggio che risiede in un server in remoto e che interpreta le istruzioni del client, le elabora e le restituisce al client che ha formulato la richiesta.

PHP è infatti un linguaggio interpretato, ovvero esiste un programma, chiamato appunto “interprete”, che si occupa di tradurre il codice PHP in un linguaggio comprensibile al computer.

È stato progettato per creare pagine web dinamiche, integrate efficacemente con i database; può essere incorporato direttamente all’interno del codice HTML di una pagina web. Queste caratteristiche rendono PHP un linguaggio estremamente diffuso nella programmazione web, e parte integrante di stack come LAMP, WAMP e MAMP.

I file che contengono codice PHP presentano comunemente estensioni come .php o .phtml.

Altri elementi che caratterizzano PHP e lo distinguono da altri linguaggi di programmazione:

  • interagisce con un’ampia gamma di database: supporto integrato con i database più diffusi, tra cui MySQL, MSSQL, PostgreSQL, dBase e Hyperwave;
  • è multipiattaforma: può essere utilizzato sui principali sistemi operativi, inclusi Linux, Microsoft Windows, MacOS X;
  • supporta la maggior parte dei server web esistenti: tra cui Apache, Ngnix, Microsoft Internet Information Server, Personal Web Server, Caudium e molti altri.
  • si adatta anche alle librerie quali: penSSl, GD, Gettext, Curl, Ming e altro.

Di conseguenza, si ha la libertà di decidere di lavorare su qualsiasi sistema operativo e qualsiasi server web.

A cosa serve e cosa può fare PHP ?

PHP può fare praticamente qualsiasi cosa. Si tratta di un linguaggio progettato per essere semplice, veloce e flessibile: proprio per questo è perfetto tanto per lo sviluppo di un basico blog quanto per quello di applicazioni web più complesse, come siti web, forum, social network e software personalizzati.

Per la realizzazione di un’applicazione web occorrono, lato client, tre linguaggi diversi, ovvero HTML, CSS e Javascript. Per quanto riguarda il lato server, invece, la scelta dei linguaggi è veramente ampia, ma quelli più usati attualmente su internet sono quattro: PHP, ASP.NET, Java e Python.

La tecnologia PHP permette dunque di creare pagine dinamiche e, pur disponendo di una sintassi piuttosto semplice, è comunque in grado di offrire moltissime funzionalità, tra cui:

  • raccogliere dati da un modulo di contatto
  • creare mailing list
  • generare pagine dai contenuti dinamici
  • mandare/ricevere cookies
  • gestire e uploadare file
  • creare registrazione e login di aree riservate
  • effettuare la cifratura/decifratura di dati